Fotografia

Ogni fotografia racchiude un preciso istante e con lo sviluppo tecnologico, sopratutto nell’era dei social, un po’ tutti siamo diventati ricercatori di “istanti perfetti” da immortalare e mostrarli al mondo. Ognuno si dedica ad un genere, stile, tra questi c’è la natura che resterà in eterno la più grande fonte di ispirazione. La natura, nel suo complesso sistema, riesce a donarci dei scenari spettacolari, immensi, che nemmeno infiniti scatti fotografici riuscirebbero nell’impresa di contenere la sua meraviglia.
Forse proprio per la sua immensità, col suo lato ignoto, riesce a spronarci, oltre ad affascinarci, nell’andare a curiosare, scoprendo luoghi mai visti prima, incentivando quella voglia di vivere emozioni ed attimi irripetibili.
Ed è proprio in questi momenti che ci ritroviamo nell’immortalare istanti da mozzafiato e da portare con se, con un’esplosione di colori unici che lasciano trasparire, ed immaginare a chi le guarderà, tutte le emozioni del momento.
Tutti istanti ed attimi che raccontano momenti unici, incomparabili, ma al contempo, attraverso uno scatto riusciamo a dare voce alle nostre emozioni, sentimenti, esternando tutto quello che custodiamo dentro di noi.
Tanti momenti di riflessione racchiusi in uno scatto fotografico..

Vi aspetto sugli altri social:
▶ DomenickStyle 
❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

Adesso non potete dedicare un attimo del vostro tempo alla lettura di questo favoloso Romanzo:
Un intero attimo di beatitudine – di: C.H. Parenti.
Buona Lettura!! 📚❤

Il nostro lato umano

Tutto quello che contraddistingue l’uomo dalle macchine lo possiamo racchiudere nel nostro lato umano, unico ed inimitabile, composto da tutti quei mondi, irrazionali, che custodiamo dentro di noi come la sensibilità, le emozioni, le percezioni e che grazie a loro, nel corso del tempo, ci aiutano a maturare.
I nostri stessi sentimenti, nella loro purezza, sono impulsi totalmente irrazionali e privi di logica.
Come le stesso emozioni che esterniamo, da una risata, al pianto, la rabbia, l’euforia etc.
Sono tutte reazioni che in qualche modo riusciamo a dare un significato, vedendole ed attribuendole alla nostra normalità, ma di fatto non ha nessuna logica.
Ed è proprio in questo nostro lato umano che ci distinguiamo, totalmente e radicalmente, dalle macchine.
Anche la tecnologia prosegue il suo avanzamento, accostando ed integrandosi sempre più alla nostra quotidianità, resta di fatto che sono macchine preimpostate e limitate a delle determinate funzioni.
Resta impossibile pretendere ad una macchina di simulare un qualcosa che neanche noi stessi non comprendiamo sul piano logico e non irrazionale: cioè il nostro lato umano.
Come si può spiegare, programmare e quindi andare a simulare, ad una macchina, che è un prodotto della nostra razionalità, tutto il nostro mondo irrazionale?
Noi siamo il frutto della nostra stessa irrazionalità, basata sulle emozioni che ci conducono, attraverso esperienze, nel mettere continuamente alla prova la nostra stessa persona e le nostre doti.
Affrontiamo sfide giornaliere, battaglie infinite, spronando e conducendo di conseguenza a una crescita personale, attraverso le delusioni, le sofferenze, il dolore.
Noi riusciamo a maturare attraverso la resilienza procurata, indirettamente, da noi stessi, per maturare, per diventare persone migliori sul piano sociale, sentimentale, umano etc.
Tutto questo, naturalmente, visto da un occhio estraneo come una macchina risulterebbe tutto strano, anormale, bizzarro.
Il risultato finale Sarebbe un famosissimo: 404 Error, not found..
Noi siamo, inconsciamente, l’errore più bello di tutto questo creato, ed è difficile, impossibile, simulare la perfezione della natura umana.
🌈
Vi aspetto sugli altri social:
▶ DomenickStyle 
❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

Tra i lati umani più belli in assoluto, per me, sapete quali sono? La curiosità. La fantasia. La voglia di provare sempre nuove emozioni, come quella di leggere un bellissimo libro!
Il romanzo che oggi vi consiglio di andarlo a leggere immediatamente è:
Senza Fare Rumore di Samila Yumi Marchetti.
Buona Lettura! 📚

Ho Smesso Di Cercare

Cerchereste mai qualcosa che già possedete? Ovviamente no, tranne se non siete ignari di possedere.
Dal momento in cui veniamo al mondo e per tutto l’arco della nostra vita, siamo continuamente e costantemente sotto esame.
Siamo spronati dalla curiosità nell’esplorare il mondo intorno a noi, ponendoci continuamente domande e cercando, ostinatamente, risposte che, spesso, restano in sospeso.
Così queste domande ce le portiamo con noi nel lungo tragitto della nostra vita, crescendo, ed affrontando tante sfide diverse, maturando tanti aspetti della vita personale e sociale, e alla fine quelle, famose, risposte restano, sempre, incomplete e in sospese.
Continuiamo la ricerca ma, sempre, senza trovare nulla e intanto la vita prosegue facendoci maturare ogni singolo aspetto, da quello personale, spirituale, morale, sentimentale, umano etc..
Riusciamo ad apprendere tutto ogni volta che tocchiamo quel, odioso, fondo.
Ed è stesso la vita riesce a trasmettere insegnamenti attraverso le delusioni, sofferenze, rimpianti di ogni genere.
La vita ci fa comprendere che ognuno di noi ha un suo orologio personale, che scorre diversamente dal tempo ordinario, e solo quando riusciamo ad arrivare a una certa maturità, inconsciamente, emergono determinate riflessioni, come se riuscissimo ad oltrepassare un muro enorme, ed in fine, ci ritroviamo difronte alle famose risposte in sospese.
Maturiamo e comprendiamo che mentre noi stavamo, per tutto l’arco della nostra vita, ricercando le risposte altrove, quest’ultime erano già li, dentro di noi.
Ed è stata la vita a farcelo capire, oltre che scoprire, attraverso le delusioni e le sofferenze, a farci da maestra, insegnandoci il valore, immenso, del rispetto, dei sentimenti e l’ineguagliabile dono della vita.. E’ da quel esatto momento che cessiamo di cercare risposte altrove, accendiamo i riflettori su noi stessi, ed iniziamo una nuova fase sviluppando la nostra personalità e dando attenzione a tutte quelle cose che in precedenza avevamo, ingenuamente, ignorato.
Il messaggio principale è: Non arrendetevi mai.

Vi aspetto sugli altri social:
▶ DomenickStyle 
❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

Sentiamo spesso parlare dell’amore e dell’infinite sfumature di questo meraviglioso, unico ed immenso, sentimento.
Ma come si può parlare di amore, oltre che dedicarlo e viverlo, senza prima amare se stessi?
Insomma, consiglio assolutamente la lettura di questo meraviglioso libro:
Amati per amare (di: Daniele Di Benedetti)
Buona Lettura! 📚

Senza Badare..

Spesso si pronunciano parole senza badare le conseguenze, creando, per chi ascolta, mondi per noi inimmaginabili. Le parole hanno l’immenso potere di arrivare a lacerare completamente l’animo di una persona, senza notare nulla, apparentemente, dall’esterno.
Le parole possono esse dolci melodie, che riempiono il cuore arrivando a colmare quei vuoti che nascondiamo dentro di noi. Possono essere anche fonte di grande ispirazione, riflessione, come al contempo possono spronarci ad esprimere al meglio il nostro potenziale.
Ma se usate in maniera imprudente possono trasformarsi in lame affilate, taglienti, che riescono a colpirci profondamente e con conseguenze gravi, delle volte, irreversibili.
Le parole vanno sempre Pesate e Pensate.
A volte anche il semplice silenzio può arrivare a sostituire le parole, riuscendo a trarre delle conferme e risposte, dove le semplici parole non sarebbero, mai, riuscite e potute arrivare.
La parola è un’arma molto più grande di noi, se usata imprudentemente può creare dei danni seri.
Usiamole per donare sorrisi, conforto, amore.. Tutto quello che i nostri sentimenti hanno continuamente bisogno di nutrirsi. 💘
❤❤❤❤❤
Vi aspetto sugli altri social:
▶ DomenickStyle 

❤❤❤❤❤

Non puoi andartene senza prima aver dato un’occhiata a questo libro!!
Parlavamo di “Parole” giusto? Ecco, questo libro riesce a dare le risposte giuste a parecchie domande, oltre al fatto di far comprendere quanto la comunicazione è di primaria importanza nei rapporti sociali.
Titolo: Le parole sono finestre (oppure muri).
Buona lettura. 📚

Una Meta

Ormai si vive, genericamente, una realtà composta principalmente senza una meta precisa da raggiungere. Viviamo nella totale incertezza, precarietà, sia sul piano sociale che personale. Non abbiamo nessuna base solida su cui avere le certezze materiale di poterci costruire su una nostra vita. Non c’è proprio possibilità di piantare nessun pilastro, solido, perché viviamo su un piano molto fragile. Insomma la nostra realtà è molto lontana da quella che, fortunatamente, hanno vissuti i nostri predecessori.
Per non parlare delle aspettative di vita che sono radicalmente cambiate nel corso degli anni.
Tuttavia questo non toglie quel bisogno, urgenza, primaria di riuscire a realizzare una vita che in qualche modo ci rispecchia e rappresenta.
Quindi ci ritroviamo a rincorrere obiettivi giornalieri, o di medio-lungo periodo, da portare a compimento.
Creiamo, in sostanza, delle tappe ben predefinite e studiate, con lo scopo di concretizzare l’immagine o quel tenore di vita che, nel bene e nel male, riescono a soddisfare le nostre, ristrette, aspettative.
Ovviamente ognuno di noi vive una propria realtà differente dal resto.
La realtà di un soggetto non potrà mai essere identica a quella di un’altra persona, ma, al massimo, possiamo ritrovare soggetti che vivono una condizione di vita simili.
Tutto questo solo per spiegare e per “giustificare” che ognuno di noi vive, come giusto che sia, una realtà differente.
Ma il concetto principale che tengo a focalizzare metterlo in evidenza è: qualsiasi sia il vostro obiettivo, tappa, meta da realizzare cercate sempre di fare la differenza, mettendoci anima e cuore, facendo il possibile, senza mai dare nulla per scontato.
Lottate, sempre, e non arrendetevi MAI difronte a nessun tipo di sfida!!

Vi aspetto sugli altri social:
▶ DomenickStyle 
❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

Non potete andarvene senza prima dare un’occhiata a questo meraviglioso libro!! Sono sicuro che tantissimi di voi si rispecchieranno e forse riusciranno anche a trovare le risposte a domande lasciate in sospeso.. Buona lettura!
Non ti spegnere
📚

Meraviglioso

Viviamo immersi nell’arte.
Tutto ciò che circonda è arte pura.
Anche noi lo siamo e ne facciamo parte.
Siamo parte integrante di questa meraviglia che compone il nostro pianeta.
Questa meraviglia va rispettata, curata, amata.. Ma non deve essere fatto perché lo sto dicendo io o lo bisogna fare per qualcuno o qualcosa in particolare, ma per Noi.
Bisogna comprendere che è tutto un ciclo ed è tutto collegato.
Ogni componente forma un anello e insieme formiamo una catena. Se si spezza un solo anello viene meno tutto..
Purtroppo tutte le conseguenze le pagheremo noi.. Nessuno escluso.
Prendiamoci cura del nostro meraviglioso mondo. Oltre a noi, non c’è Nessuno che lo può fare.
Vi aspetto sugli altri social:
▶ DomenickStyle 
❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

Prima di passare oltre, voglio invitarvi a dare un’occhiata a questo meraviglioso romanzo!! Cosa ne pensate? Potrebbe anche essere un’ottima idea regalo!
📚❤

Poli opposti

La ragione e i sentimenti sono due poli completamente opposti.
Da un lato troviamo la ragione con le sue regole, limiti, astuzia.. Tutte caratteristiche fondate sulla razionalità che ci permette di stare con i piedi a terra, sempre e costantemente. Qualsiasi sia la circostanza la ragione ci permetterà di avere sempre il totale controllo di quello che avviene intorno a noi.
Mentre dall’altro ci ritroviamo i sentimenti, con le loro sfumature fatte di spensieratezza, ingenuità, semplicità.. Tutte caratteristiche che vanno in netto contrasto con la nostra mente, la ragione e le sue barriere. I sentimenti ci faranno volare con la fantasia in qualsiasi luogo, ci faranno sognare e andranno sempre a stuzzicare quella sfera creativa, nascosta dentro di noi, esternandola in un’esplosione di colori, idee e inventive.
Siamo noi a decidere il giusto equilibrio, oscillando da momenti seri a quelli più emozionanti, creando il nostro stile, scolpendo la nostra personalità, fortificando il nostro io interiore.
☕️


Ti piace leggere Romanzi?
Allora ti consiglio questo bellissimo libro: Quando meno te lo aspetti.
La recensione è tutta racchiusa nel titolo e lascio scoprirla a voi cliccando in basso.
Ma sono sicuro che vi rispecchierete nel racconto, andando a stuzzicare sia la vostra mente, con i vostri ricordi e le vostre storie, e per finire la fantasia, con i vostri momenti più emozionanti.


Vi aspetto sugli altri social:
▶ DomenickStyle 
❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

Dettagli

Ci sono dettagli che hanno la capacità di creare un eterno conflitto tra la mente e il cuore.
Ci sono dettagli che riescono a catturare la nostra attenzione.
Altri che possono arrivare tranquillamente a toccare la nostra sensibilità, i sentimenti.. Possono addirittura cambiarci l’andamento delle giornate.
Ci sono dettagli che possono fare la differenza in determinate occasioni. Possono essere innocui, oppure pericolosi. Possono aiutarci nelle nostre cose, nei rapporti, nel lavoro, oppure il contrario.
Insomma la nostra intera vita sentimentale, sociale, lavorativa etc è direttamente legata ai dettagli. Dipende solo quanta importanza diamo.. Possono diventare un serio problema nel momenti in cui, inconsciamente o meno, li ignoriamo.


La Felicità.
Le nostre vite sono sempre nella continua e incessante ricerca della felicità.. Come raggiungerla?
Dai un’occhiata a questo libro!
Sono convinto che per tantissime persone potrebbe essere un aiuto fondamentale, oltre all’occasione per fare un bel punto di riflessione.

📚
Vi aspetto sugli altri social:
▶ DomenickStyle 
❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

Come vivere bene?

Come vivere bene? Può sembrare complicato, ma non è impossibile. Ma questo dipende esclusivamente da noi e da come intraprendiamo il nostro percorso di vita.
Vuoi vivere bene? Nessuno te lo impedisce. Nessuno tranne che te. Ed è semplicissimo peccare e trasformarti nel “nemico numero uno” di te stesso.
Tutto quello che bisogna fare si racchiudere in una sola cosa: non bisogna mai ascoltare ciò che gli altri vogliono (soprattutto chi pretende), bisogna ascoltare esclusivamente la propria coscienza.
Tutto qui.
Bisogna imparare ad ascoltare se stessi, le proprie emozioni, ciò che si vuole, ciò che appassiona.. Tutto gira intorno a questo. Nel momento in cui decidiamo di intraprendere un percorso che ci appassiona, ci diverte, che desideriamo, amiamo, riusciamo a rendere molto di più a dispetto delle aspettative.
Al contrario, se provassimo a intraprendere percorsi sotto “consiglio” di qualcuno, facendolo in maniera svogliata, forzata, il risultato, molto probabilmente, sarà catastrofico.
Tutto si rende molto più difficile quando si intraprendono percorsi contro voglia, ottenendo di conseguenza, in maniera quasi scontata, dei risultati negativi.
Quindi, insomma, qualsiasi sia il percorso che volete intraprendere nelle vostra vita, qualsiasi sia la “scelta” fatelo in maniera coscienzioso.
Fatelo perché siete voi a deciderlo, a volerlo, a desiderarlo, anche se qualcuno vi ha dato lo spunto, deve essere una cosa che deve partire da dentro di voi.
La vita è una lotta continua, sa essere veramente amara, non serve, né ci giova, renderla acida di nostro.

Aspettate, Non scappate!
Vorrei consigliarvi un libro che nel momento in cui l’ho visto mi ha subito catturato l’attenzione! L’ho trovato davvero interessante e credo che per qualcuno di voi potrebbe essere una soluzione a tanti problemi.

Oppure una semplice opportunità per apprendere qualcosa di nuovo.
Dateci un’occhiata!

📚
Vi aspetto sugli altri social:
▶ DomenickStyle 
❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

Festeggiamo

Ogni giorno c’è la ricorrenza di fatti storici, celebrazioni e ricordi.. C’è questo passato che incessantemente, ogni giorno, piomba nel nostro presente per illuminare un percorso da seguire, per accendere quelle lampadine nella nostra mente ricordando errori da non ripetere e strade da seguire.

Insomma, festeggiamo ogni giorno qualcosa, lanciamo messaggi positivi e miriamo a compiere opere buone. Ma quando mettiamo seriamente in evidenza il nostro presente? Sembra che vogliamo scappare, oppure, che siamo troppo presi dalle nostre cose per avere quel tempo giusto per accendere una luce sulla nostra reale condizione di vita.

Dal giorno che è stata dichiarata “pandemia” ad oggi il mondo si è fermato. Stanno emergendo debolezze e fragilità che fino a un paio di mesi fa’ riuscivamo a nascondere, o almeno, sostenere. C’è un sistema che sta crollando sotto gli occhi di tutti, inermi, nel mentre all’interno dei nostri “metri quadri” delle nostre abitazioni continuiamo a svolgere attività di qualsiasi tipo per trascorrere questo tempo infinito.

Sogniamo, speriamo, immaginiamo, attendiamo che arrivi quel momento di “liberazione”. Sarà tutto come prima? La prospettiva che si sta concretizzando sembra che porti a una realtà diversa da quella passata.

Ma in tutto ciò noi, inconsapevolmente, stiamo facendo la nostra storia nel nostro presente.

Noi stiamo scrivendo la storia, un cambiamento che fino a un paio di mesi fa’ nessuno si sarebbe mai potuto immaginare, ma soprattutto, se qualcuno l’avesse proposto in molti non l’avrebbero mai accettato.

Stiamo vivendo una realtà che tocca tutti, non fa distinzione tra classi sociali o posizioni geografiche, siamo tutti coinvolti.

C’è una disoccupazione che aumenta, c’è un’economia in crisi, ci sono eventi che stanno spingendo a modificare un sistema geo-politico e sociale. E nel mentre avviene tutto questo, ogni giorno ci soffermiamo ad accendere riflettori sul numero di decessi che aumentano incessantemente.

Osserviamo il rancore della gente che non accetta questa realtà. Contiamo tra questi decessi persone che non riescono a reggere questa nuova realtà e le nuove prospettive, si ritrovano alle strette, vengono soffocati dai problemi.

Vediamo l’infrangersi di sogni, prospettive, di tante persone che avevano investito energie e soldi in attività. Vediamo gente che ovunque scrive le proprie visioni, cercando di anticipare eventi futuri dietro a questi schermi, isolati, restando nell’anonimato, nascondendo le problematiche e i timori.

Abbiamo paura, tutti, perché non c’è nulla di sicuro davanti a noi e tutto questo viene esternata in maniera diversa.

Non riesco, non voglio, né tanto meno posso trovare similitudini con eventi del passato. Sono troppo preso nell’osservare, adesso in questo frangente, e capire il nostro presente, con i nostri problemi, le nostre paure.

Vedo una società colorata, senza alcun tipo di distinzione, ognuno vestito con il proprio ideale, nascosto dietro a simboli, ma uniti.. nella fame, nella disperazione, nella povertà d’animo, morale, culturale, sentimentale.. Tra le tante cose che questa pandemia ha messo in evidenza c’è sicuramente l’enorme fragilità del tessuto sociale.

Siamo noi la storia. Un saluto! 😊

P.S. è una riflessione, nessun riferimento o “attacco” politico.